Test Sony A850 – Il ‘Pieno Formato’ alla portata di tutti

Sony A850 – Qualità e robustezza per la Full-Frame più economica

Prova Sony A850 fotocamera digitale reflex
Lo chassis della Sony A850 (Photo Courtesy StevesDigicams)

Della fotocamera digitale Sony A900 (Alpha 900) ci siamo occupati nel confronto che l’ha vista protagonista insieme alla Nikon D700 ed alla Canon EOS 5D MarkII dove forse la full-frame top di gamma Sony era risultata un pò offuscata dalle nobili rivali. Esaminiamo ora la sorella minore A850 in concomitanza con la recente prova di Steve’s Digicams che  mette nella giusta luce i molti aspetti positivi delle reflex digitali pieno formato di Sony.

La A850 è una versione solo appena ridotta nelle funzionalità della  Alpha 900. Si tratta di una reflex digitale full-frame con la più alta risoluzione tuttora disponibile per una DSLR (24 megapixel) al prezzo più basso sul mercato, caratteristiche che già da sole la rendono degna di considerazione ed interesse da parte dei fotografi che stiano prendendo in considerazione il passaggio al formato pieno.

Nel confronto diretto Sony A850-Nikon D700 (da una discussione sul forum di Dpreview) appare evidente il vantaggio di quest’ ultima alle altissime sensibilità ISO ma non così evidente come potrebbe sembrare, grazie al dettaglio che è possibile conservare per via di una risoluzione praticamente doppia (12.3MP contro 24MP) e senza naturalmente dimenticare di utilizzare obiettivi all’altezza (Sony-Zeiss). La A850 dal canto suo può vantare una qualità superlativa a sensibilità meno esasperate, per la gioia di paesaggisti, fotografi di studio ecc.

—–

Reflex digitale Sony A850 – La prova di Steve’s Digicams

Test Sony A850 confronto full frame dslr

“La fotocamera digitale Sony Alpha 850 è una reflex full-frame con sensore di dimensioni pari al formato 35mm. Presentata dopo la A900, di cui conserva la maggior parte delle funzionalità ma offerta ad un prezzo molto più competitivo, la A850 deve accontentarsi del 98% di visione nel mirino contro il 100% della sorella maggiore e di 3 fotogrammi al secondo di velocità di scatto continuo (5fps per la A900) il tutto per meno di 2000$.”

“La Sony A850 si unisce insieme alla A900 ed alla Nikon D3x al ristrettissimo gruppo di reflex DSLR dotate di sensore CMOS con risoluzione di 24 megapixel, il massimo al momento per una reflex digitale. Per coloro che non necessitano della velocità di scatto più sostenuta tipica della fotografia sportiva, la Sony A850 si acquista ad 1/4 del prezzo di una Nikon D3x e circa 700$ meno della A900, rendendola un oggetto di sicuro valore per gli appassionati alla ricerca di una full-frame ad altissima risoluzione.”

“Questo nuovo modello Sony è pieno di qualità  includendo la tecnologia Anti-Polvere, un autofocus a 9 punti più 10 di assistenza, un sistema esposimetrico a 40 segmenti, un superlativo display LCD da 3”, sensibilità da 100 a 6400 ISO a passi di 1/3 stop, numerose opzioni di cattura RAW e JPEG per la regolazione fine dell’output oltre naturalmente al sensore digitale CMOS da 24megapixel con processore d’immagine BIONZ. La A850 è in grado di scattare alla velocità massima di 3fps e può utilizzare tutti gli obiettivi Sony Alpha (Zeiss) e Minolta autofocus, anche quelli di più di 20 anni fa usati per le Dinax, non dimenticando che usufruiranno tutti del sistema di stabilizzazione dell’immagine che nelle fotocamere digitali Sony è integrato nel corpo macchina. Si è detto da più parti che un sistema di stabilizzazione interno fosse troppo complicato da inserire in una reflex con sensore full-frame; Sony lo ha realizzato sulla A900 trasportandolo poi sulla A850. Il sistema SSS (Super Steady Shot) funziona con qualsiasi obiettivo venga montato riducendo gli effetti del mosso della macchina fotografica con tempi di scatto lunghi. Nel mirino è addirittura possibile visualizzare una barra che segnala la percentuale d’intervento in corso dell’ SSS sull’immagine che stiamo per riprendere, dandoci la possibilità di stimare il risultato ottenibile.”

Recensione Sony A850 steves digicams
Il layout ergonomico di pulsanti e controlli della Sony A850

La Sony A850 offre un doppio slot per memory card per maggiore versatilità, Memory Stick Pro Duo e Compact Flash possono essere utilizzate insieme dalla macchina, compreso il supporto per le veloci schede UDMA. La reflex viene alimentata dalle batterie Sony Infolithium che consentono un preciso monitoraggio dell’energia disponibile offrendo circa 880 scatti (norme CIPA) prima di essere ricaricate. Il corpo macchina della Sony è in lega di magnesio con protezioni in gomma per tutti i pulsanti ed i controlli presenti, a garanzia di grande robustezza e protezione contro gli agenti atmosferici. Il test ha dimostrato l’ottima ergonomia della fotocamera che si è rivelata confortevole nell’uso grazie anche al peso contenuto in 850g, contrariamente alla massa e pesantezza solitamente riscontrabili nelle top di pari livello. Il mirino a pentaprisma di alta qualità possiede una copertura del 98% ed è ampio e luminoso, un piacere da utilizzare specie per chi proviene dall’APS-C. L’impugnatura opzionale VG-C90AM consente un comodo utilizzo in verticale della fotocamera oltre ad una batteria supplementare di backup (che entra automaticamente in funzione all’esaurimento della principale raddoppiando il numero di scatti disponibili) ed alla stessa robusta costruzione in magnesio con sigilllature.”

confronto fotocamere pieno formato
La struttura di menù si adegua automaticamente all'inquadratura verticale

“I menù disponibili sono semplici da utilizzare attraverso il sistema di ‘Navigazione Rapida’; la dotazione di pulsanti e controlli di accesso alle funzioni principali è completa. Le prestazioni della Sony A850 sono risultate migliori del previsto, tenuto conto dei grossi file da gestire in virtù dei 24MP di risoluzione disponibile. Avviamento in mezzo secondo, shutter lag (il tempo intercorrente fra la pressione sul pulsante di scatto e la ripresa effettiva del fotogramma) di 1/10″ con messa a fuoco bloccata, 2/10″ in autofocus; scatto continuo in JPEG a 3fps con buffer di memoria ancora disponibile dopo un minuto di scatti a ripetizione. Grande varietà di stili creativi a disposizione, tutti customizzabili, e possibilità di immagazzinare diversi livelli di regolazione del bilanciamento del bianco personalizzati oltre ai tanti già disponibili in camera.”

“Misurazione dell’esposizione Spot, Matrix e pesata al centro come di consueto, processore d’immagine BIONZ. Il sistema di messa a fuoco automatica si è comportato bene, possibile la regolazione fine della messa a fuoco per 30 obiettivi diversi. Una funzione di Preview Intelligente consente di visualizzare l’immagine sul display e di regolarne i parametri senza memorizzarla subito per poi procedere allo scatto definitivo appena raggiunto il risultato desiderato.”

Reflex digitale full frame sony a850 fotografie test
Fotografia con Sony A850 (Courtesy Billy Yam)

“La qualità d’immagine alle basse sensibilità è semplicemente eccezionale e più che buona anche alle alte. Una piccola quantità di rumore è presente sin dalla sensibilità di 400 ISO, visibile solo ad elevato ingrandimento, ed assolutamente non fastidiosa sino ai 1600 ISO circa con immagini utilizzabili anche a 3200 ISO, almeno negli ingrandimenti di stampa più consueti. Sempre raccomandabile la ripresa in RAW a questi livelli di sensibilità per ottenere i migliori risultati possibili. La soglia di intervento del sistema di riduzione del rumore è comunque regolabile su quattro livelli, consentendo di adattare l’output della fotocamera ai vostri gusti personali. Il rinnovato software Sony di conversione RAW , fornito in bundle con la macchina, arriva alla versione 3.2 migliorando notevolmente proprio l’algoritmo di riduzione del rumore nello sviluppo RAW-JPEG. Speriamo Sony decida di implementare lo stesso algoritmo anche nella fotocamera oltre che nel software.”

sony a850 review steves digicams
Fotografia ripresa con la Sony Alpha 850 (Courtesy Billy Yam)

Sony A850 – Opinione conclusiva

“La Sony A850 è una fotocamera con una gran varietà di interessanti caratteristiche, fra cui un efficiente sistema autofocus, risoluzione top ed ampia gamma dinamica. Ben pochi punti a sfavore rilevati per questa digitale; rumore ad alti ISO in JPEG superiore alla concorrenza, framerate ridotto a soli 3fps, numero di punti AF disponibili limitato, sempre in rapporto alle rivali dirette.

Facile e divertente da utilizzare per la sua ottima ergonomia, superba qualità costruttiva e prestazioni di livello professionale, la Sony si rivela un’ottima scelta praticamente per qualsiasi genere di fotografia con la sola limitazione per alcuni tipi di riprese sportive dove i 3fps della A850 possono non essere sufficienti. La Sony A850 rappresenta un ottimo affare per i fotografi in procinto di passare al formato pieno con la sua eccellente qualità d’immagine, dettaglio e gamma dinamica garantiti dai 24MP del suo sensore CMOS, in un corpo di grande robustezza ed affidabilità per affrontare le sollecitazioni a cui un professionista attivo sottopone la sua attrezzatura fotografica.

Una DSLR professionale che può in definitiva rivaleggiare con fotocamere digitali ben più costose e che ci si può permettere senza doversi ipotecare la casa…”

Leggi l’articolo originale: ‘Steve’s Digicams – Sony DSLR-A850 Review’ (inglese)