Consigli per gli acquisti – Una scelta differente

Riflessioni di un Pentaxiano DOC

Pentax_scegliere_fotocameraDall’amico Albino Grandesso riceviamo e pubblichiamo.

‘Alcuni giorni fa ho voluto fare una mini-inchiesta tra i partecipanti al forum Pentaxiani.it, per sapere quali motivazioni hanno orientato la loro scelta verso le fotocamere digitali e le ottiche Pentax. Essendo anch’io un ‘pentaxiano’, mi interessava conoscere se le mie motivazioni coincidevano con quelle di tanti altri, così ho postato nel forum questa domanda:

“Cosa spinge un fotografo amatoriale o professionale a scegliere un corredo fotografico Pentax? Sono state solo motivazioni tecniche, o commerciali, o anche spinte emotive che riguardano le esperienze personali o la storia del marchio?

O forse potrebbe anche essere un atteggiamento vagamente snob (senza offesa per nessuno) che ci spinge a non seguire le mode del momento ma fare scelte contro corrente?”

di Albino Grandesso

I tanti perchè di una scelta

Pentax_K5_Limited_Edition

‘Il forum è frequentato da una banda di mattacchioni, ma quando si tratta di fare fotografia ad alto livello non si scherza, e quindi quello è il posto giusto per confrontarsi e crescere come fotografi. Così le risposte non sono mancate, alcune interessanti e pertinenti, altre più leggere e scanzonate, nel pieno rispetto dello spirito goliardico del forum.

Di seguito ho raccolto i post più rappresentativi dai quali traspare una autentica passione per il “nostro” glorioso marchio. La lunghezza di alcune risposte è stata ridotta per ragioni di brevità, e sono stati tolti anche i nickname dei rispondenti.

  • Ohibò… il primo punto di forza attuale, per chi non sappia chi e cosa sia Pentax, è dato dall’immagine un po’ meno “commerciale” (in senso dispregiativo) rispetto alle altre grandi marche che hanno esasperato ed esagerato. L’ottimo rapporto Qualità/Prezzo, aggiunto all’umiltà di chi sa attendere, creano un mix emozionale molto intrigante per tutti gli appassionati che “sanno” cosa sia la fotografia. C’è chi alimenta la corrente del “tutto e subito” con aspettative a dir poco fuorvianti… Pentax fa altro. Mantiene un forte vincolo col suo passato trasformandolo in un funzionale presente. Le soluzioni tecnologiche da parte di Pentax non mancano certamente… per chi le sa apprezzare.

  • Sono abbastanza fresco di acquisto (autunno 2010), quindi posso dirti quali sono state le mie motivazioni. Gli aspetti decisivi sono stati: la compatibilità (o retrocompatibilità) degli obiettivi e l’SR (Shake Reduction N.d.R.). Un marchio che lascia invariato il proprio attacco degli obiettivi per decenni mi dà già l’idea di fare le cose con una certa impostazione. Un marchio che “ti regala” la stabilizzazione su tutto il parco ottiche invece che venderti gli stabilizzati come fossero reliquie di santi mi dà l’idea di non trattarti come un semplice “consumatore” di elettronica… Quelli che per altri sono “limiti” come l’AF o la raffica o i video, per me sono indifferenti o pregi – che c’azzecca il video con la fotografia ??? La somma dei due fattori che ho indicato ti dà la possibilità di accedere a prezzi contenuti ad un sistema ottico di elevato livello (tra usato e nuovo) senza svenarsi e senza sentirsi una “mucca da mungere”. Per quel che riguarda il fattore “snob”, forse è inconscio, ne parlo con il mio “io” e ti faccio sapere…

Pentax_Kx_colors

  • Aggiungo il mio parere di neofita. Francamente la cosa che mi ha fatto scegliere Pentax è semplicissima: dopo una ricerca durata mesi ed una lunga attesa delle annunciate novità del Photokina, ho concluso che la K-5 attualmente è la miglior reflex intorno, o poco sopra, i mille euro, e dati strumentali alla mano, mi sa che è una delle migliori reflex in assoluto. In più è più piccola, più leggera, più tropicalizzata della concorrenza… ed a parità di sistema (ottiche ed accessori inclusi) costa complessivamente di meno. Aggiungiamoci un parco ottiche nuove ed usate spettacolare, aggiungiamoci pure sto’ forum di simpaticoni…. ed il gioco è fatto. Insomma io mi chiedo perché NON scegliere Pentax, e la risposta che mi dò è facilissima: molta gente non sa neanche che Pentax fa ancora le reflex, e pensa che l’unica opzione di scelta sulle reflex sia tra Canon e Nikon. L’AF della Pentax K-5 e della K-r è ottimo. Il video 1080p della K-5 è eccellente.

  • A parte tutti i fattori oggettivi che si possono citare (stabilizzazione integrata e tropicalizzazione per prime), sottoscrivo l’impressione che Pentax non tratti i suoi clienti come mucche da mungere. Amici che hanno Nikon sono rassegnati all’idea che “se hai questo, poi quando ti comprerai quello non potrai più usarlo e dovrai fare l’upgrade a quell’altro. Sono logiche commerciali, così va il mondo”. Ecco, Pentax mi sembra più onesta: non castra di proposito i propri prodotti. Considero la mia Pentax K200D un caso limite di macchina sviluppata “al meglio”. In quella fascia di prezzo e in quel momento era veramente difficile chiedere di più! Le successive entry-level hanno tagliato via qualcosa (tropicalizzazione, pannello LCD superiore, telecomando), ma secondo una logica accettabile di contenimento dei costi.

  • Per me è stato il caso, cominciai con una Samsung GX 10 (clone della K10) trovata a un buon prezzo, man mano ho aggiornato il corredo e sono rimasto in Pentax. Avere un buon corpo macchina compatto tropicalizzato che stabilizza tutti gli obiettivi è un buon punto forte del marchio

Pentax_K7_scelta


  • La mia prima Pentax (K200D) l’ho comperata per la migliore ergonomia, qualità costruttiva (ovviamente a parità di prezzo con i modelli concorrenti). Non nego di aver valutato a lungo il cambio di corredo per passare a Nikon, ma alla prova dei fatti non ho avvertito differenze sostanziali tali da giustificare il cambio.

  • Io uso Pentax per lavoro e per passione. Le mie motivazioni sono tecniche, dell’emotività non me ne è mai fregato all’atto della scelta, poi ovvio uno un po’ ci si affeziona.

  • Perché Pentax? Dalla Pentax K-20 alla K-5 sensori con una resa eccellente e dall’intelligente gestione del rumore digitale. Ora aggiungo: finalmente un corpo macchina professionale (K-5 o K-7) che segna un ritorno al passato, quando reflex voleva dire anche compattezza ed agilità d’uso. Basta con tutti ‘sti mattoni da una tonnellata da portarci dietro. Ottimo rapporto qualità/prezzo in generale, eccellenti gli obiettivi della serie “Da*”, Altrettanto unici i “Limited” (con 3 “Limited Pancake” una professionale come la K-5 ti entra nel marsupio con un corredo completo). Eccellente tropicalizzazione del corpo macchina e degli obiettivi Da*. Ma eccellente davvero. Stabilizzazione nel corpo macchina. Estrema robustezza del corpo macchina (K-5 e K-7).

Pentax_Takumar_DA

  • Prima d’ora Pentax non l’avevo neanche vista in pubblicità, e quelle poche volte che l’avevo vista non l’associavo neanche alla fotografia (per dire l’ignoranza!!). Poi, qualche mese dopo, conobbi il forum e capii di essermi legato emotivamente ad un marchio che ha un’anima. Un giorno mi meriterò anche la K-5, per ora K-x e tanta voglia, che le foto escono belle lo stesso! Grazie ragazzi per aver creato questo forum, l’unico modo che ho di parlare con possessori di Pentax e capaci di fotografare in modo stupendo (e anche di farmi imparare!!!)

  • Nel 2003 mi è stata regalata una Nikon Coolpix 4300 con cui mi sono avvicinato al mondo della fotografia digitale: non male, ma la reflex è un’ altra cosa, solo che non ne vedevo di valide sul mercato. Nel 2007 mi ha attratto la Pentax K10D che sono andato a provare con le vecchie lenti M42 (attacco a vite n.d.r.); prova superata con soddisfazione e acquisto di K10D che, nel tempo, ho accessoriato con altre lenti (in particolare fissi, naturalmente Pentax, perché ho trovato favorevole il rapporto prezzo/qualità). Nel 2010, spinto dall’esigenza di ISO più alti, ho affiancato alla K10D un corpo K-x. Attualmente utilizzo la K-x per l’ 80% degli scatti e la K10D per il restante 20%.

  • Provai la Spotmatic con il Takumar 55mm di un mio amico nel 1974. Quella cosa che provai mi è rimasta dentro a lungo mentre squattrinato rimediavo con i russi Zenit e Pentacon. Poi un giorno, arricchito, riuscii a comprare l’MX con 50mm.f/1.7 e il 28mm. f/3.5. Ricordo come se fosse ora il primo rullino scattato a Parma al parco ducale. Non voglio togliere nulla agli altri marchi e alle elaborazioni postproduzione, ma nessuna mi appaga occhio e cuore come queste Pentax, alle quali devo l’emozione del colore, della fedeltà, del dettaglio… il resto nel bene e nel male è tutto mio. Ma l’idiosincrasia con il gregge, quella è una maledizione personale che condiziona tutte le mie scelte. Ecco perché Pentax.

  • In analogico ho sempre avuto Canon EOS. Al passaggio in digitale non avendo particolari ottiche di pregio da riutilizzare ho scelto con esclusivi criteri oggettivi sul corpo macchina e sul rapporto prezzo prestazioni. A ciò si é aggiunto una valutazione sulla stabilizzazione in macchina e sulla presenza di obiettivi originali e compatibili assolutamente adeguata alle mie esigenze. La K200D allora assolveva a tutti questi requisiti.

  • Perché poco più di un anno fa, deciso a passare alla reflex dopo insoddisfacenti compatte, ho cominciato a cercare un buon usato con un budget di 1000 euro, al ché mi sono imbattuto in una K20 + 16-50* + borsa a 890 euro. Non conoscendo affatto né macchina né obiettivo, sono stato sospinto da Google in questo forum …mi pare che non ci sia altro da aggiungere, se non il fatto che troppo pochi hanno la possibilità di prendere in mano una Pentax al momento della scelta d’acquisto.

pentax_K20D_reflex_digitale

  • Per quanto mi riguarda,io non avevo mai posseduto una reflex,e a dire il vero,non ne sapevo proprio nulla,mi piaceva semplicemente far foto con la mia bridge (che mi faceva pure sentir bravo a farle!!!)… In conclusione, a oggi sicuramente è cresciuto in me il virus Pentax… ho amici che mi tirano da tutte le parti per altre marche, e io godo quando vedo le loro macchine al supermercato e non la mia, o quella che vorrei… che stai certo, resterà Pentax.

  • Ho comprato la mia prima Pentax quando avevo 16 anni. Una Spotmatic F, la consideravo il miglior rapporto qualità prezzo. Poi sono passato alla MX e da lì in poi la continuità dell’attacco a baionetta ha costituito per me un valido motivo di fidelizzazione. Francamente non ho mai sentito il bisogno o la tentazione di passare ad altri marchi. Sono sempre stato convinto di avere per le mani un prodotto “intelligente”, studiato per un utente competente e non superficiale. Mi aspetto che nel digitale la Pentax possa mantenere quella capacità di innovazione che ebbe con la serie M. Per ora devo dire che sta soddisfacendo le aspettative e il buon successo della K-5 negli articoli e nei commenti degli esperti lo conferma (anche se forse poteva fare qualcosa in più). Anche la mossa sul medio formato è nelle corde di Pentax e contribuisce a consolidare una già ottima reputazione.

Credo che le risposte siano abbastanza illuminanti circa lo “spirito” che accomuna tanti Pentaxiani. Per completezza devo aggiungere che il forum Pentaxiani.it accetta volentieri anche fotografi che usano materiale fotografico non Pentax, purché abbiano qualcosa di interessante da dire, e belle foto da far vedere.’

E voi cosa ne pensate?

Cosa vi ha portato a scegliere la vostra reflex affidandovi ad un marchio piuttosto che ad un altro?