2012 – Tutti i segreti ‘Made in Japan’

Otto big svelano i progetti da sviluppare nel prossimo anno

canon_2012Olympus: al lavoro per dare un seguito alla E-5 e continuità al settore delle reflex digitali, nel tentativo di riposizionarsi nei confronti della concorrenza. Da pioniera del settore mirrorless Olympus cercherà di distinguersi dagli altri produttori con un nuovo modello, diverso dalla serie PEN, le cui peculiarità risiederanno in particolare nel mirino, forse un elemento ibrido dotato di tecnologia OLED.

Canon: “una mirrorless non deve per forza avere le ottiche intercambiabili” pensano i manager Canon, con in mente molto probabilmente la strada tracciata da Fujifilm con le X100 e X10. Una nuova fotocamera che punta tutto sulla resa alle alte sensibilità più che sui megapixel, un’inversione di tendenza già partita con la EOS 1-Dx. Stando ai rumors Canon l’avrebbe già pronta…

Sigma: continua lo sviluppo delle fotocamere compatte della serie DP con sensore di grande dimensione e del formato APS-C per le sue reflex digitali SD. Nei programmi 2012 il debutto nel settore delle ottiche per mirrorless come produttore di terze parti.

Sony: sopratutto tecnologia di alto livello per i tecnici del colosso giapponese, con gli otturatori elettronici destinati ormai a sostituire quelli meccanici e sensori digitali da 100 megapixel come traguardo non troppo distante. Le ingombranti ottiche E-Mount in dotazione alle mirrorless di casa Sony cederanno il posto a versioni più compatte.

Nikon: dopo lunghissima attesa sembra finalmente pronta a presentare al mercato le eredi delle reflex digitali full-frame D3 e D700, due fotocamere digitali che prenderanno vie diverse con la prosumer D800 che dovrebbe puntare sull’alta risoluzione e la professionale D4 che giocherà le carte della massima resa qualitativa alle alte sensibilità e velocità operativa. Nei desideri della casa gialla la competizione con smartphone e dispositivi similari, sempre più utilizzati per la fotografia di tutti i giorni. Azzardiamo una previsione: e se fosse una piccolissima compatta con scheda SIM, una macchina fotografica che può anche fare telefonate?

Fujifilm: agguerriti e sicuri del fatto loro gli executive Fuji, convinti assertori delle compatte di alto livello stile X100 e X10 ed in procinto di annunciare una mirrorless in grado di poter addirittura competere con le migliori reflex digitali full-frame! Sistemi autofocus sempre più rapidi ed efficaci per il settore compatte, la cui gamma sarà rafforzata nel segmento entry-level.

Pentax: una mirrorless pieno formato è la sorpresa che sta preparando Pentax assieme a possibili impostazioni similari anche sulla medio formato 645D; in pratica una scommessa sulle altissime risoluzioni che, a parere dei tecnici Pentax, è difficile abbandonare una volta provate… In ambito reflex prosegue l’ottimo lavoro di questo fabbricante, a nostro parere ancora sottovalutato; mirini a copertura integrale (100%) anche sulle DSLR entry-level a conferma di scelte di sostanza  e non mero marketing propagandistico.

Ricoh: dovrebbe utilizzare ottiche Pentax per i moduli della sua fotocamera modulare GXR e  portare lo zoom sulle compatte digitali della serie GR. Alla ricerca di potenziali nicchie di mercato, Ricoh starebbe pensando ad una macchina fotografica digitale dedicata al bianco e nero, magari con un sensore digitale libero dalla gabbia del filtro Bayer per poter massimizzare risoluzione e resa alle altissime sensibilità senza sacrificare la resa dei dettagli.