Prova: Nikon D5000, una D90 in formato ridotto

Test: Nikon D5000, il cuore della D90 batte ancora!

La Nikon D5000
Test Nikon D5000

Su Dcresource un’accurata recensione della Nikon D5000 con bene in evidenza pregi e difetti della reflex che si colloca fra le fotocamere digitali D3000 e  D90, di cui da quest’ultima eredita numerose caratteristiche come il sensore da 12.3 megapixel e l’autofocus ad 11 punti.  Stretta fra la riuscitissima D90, regina nel formato DX, e la nuova ed interessante D3000, riuscirà a conquistarsi un posto nel cuore degli appassionati ed a reggere il confronto?

La prova: “La Nikon D5000 è una reflex digitale che si trova a cavallo tra l’entry-level Nikon D60 (ora sostituita dalla D3000-n.d.r.) e la D90. Offre in pratica quasi tutte le caratteristiche e le prestazioni della Nikon D90 ma in un form factor più compatto. Nikon ha voluto introdurre anche un monitor LCD flip-down per rendere le cose più interessanti.

La fotocamera digitale D5000 conferma le caratteristiche a cui Nikon ci ha abituati, qualità fotografica molto buona, ottime prestazioni, oltre ad una modalità di ripresa video HD. Fra gli aspetti negativi riscontrati nel nostro test ricordiamo: la bassa risoluzione del display LCD, il mirino un pò piccolo e la messa a fuoco automatica non supportata da tutti gli obiettivi Nikkor a differenza della D90.
Fastidiosa la lentezza dell’autofocus a contrasto di fase nella modalità live view. Nonostante queste mancanze la Nikon D5000 si rivela un’ottima scelta per coloro che cercano una reflex full-optional ad un prezzo accessibile.

La D5000 è una  reflex digitale compatta (ma non piccola) costruita per la maggior parte in materiale plastico. Nonostante ciò, la si percepisce abbastanza solida, con l’unica eccezione dello sportellino dello slot per schede di memoria di scarsa consistenza.
Reflex digitali più piccole tendono ad avere impugnature di dimensione limitata, e mentre quella della D5000 risulta maggiore rispetto alle altre, quelli di voi con mani di grandi dimensioni potranno desiderare qualcosa di più sostanzioso da stringere. La D5000 supporta tutti gli obiettivi Nikkor (con un rapporto di conversione 1.5X di lunghezza focale, formato DX), anche se la messa a fuoco automatica è supportata solo sulle ottiche AF-S e AF-I. La fotocamera oggetto della prova è dotata di molteplici sistemi di pulizia del sensore, tra cui uno ad ultrasuoni, sistema che si attiva quando si accende la fotocamera così come un “sistema di controllo del flusso d’aria” che spazza via la polvere dal sensore ad ogni scatto. Sul retro della fotocamera troviamo il nuovo display LCD da 2.7″ flip-down che avremmo preferito dotato di maggiori possibilità di movimento. La risoluzione del display LCD lascia un pò a desiderare, non paragonabile agli schermi da 920.000 pixel che figurano ormai in molte altre fotocamere digitali. Come la maggior parte delle D-SLR odierne, è possibile utilizzare il display LCD per la composizione dell’immagine. Ciò consente di controllare il 100% del fotogramma, rilevare i visi (Face Detection), mettere a fuoco manualmente con una certa precisione e vedere gli effetti dei cambiamenti di esposizione o del bilanciamento del bianco in tempo reale. Sfortunatamente, come già fatto notare, abbiamo a che fare con un autofocus a rilevamento di contrasto incredibilmente lento nella modalità live-view che si traduce in tempi di messa a fuoco nell’ordine dei secondi. La fotocamera digitale D5000 dispone di una porta HDMI (per il collegamento a un televisore HD) e supporta anche l’unità opzionale GPS Nikon.

La Nikon D5000 è una reflex semplice da utilizzare nelle sue modalità di scatto automatico, oltre a possedere un buon set di comandi manuali per gli appassionati con maggiori esigenze. I novizi troveranno una fotocamera digitale completa di varie modalità auto e modalità di scena, descrizioni visive di ciò che fanno le varie opzioni, oltre ad un sistema di aiuto in camera. In modalità di riproduzione troverete una pletora di strumenti di ritocco, tra cui il noto sistema D-Lighting (che migliora la resa delle ombre), la rimozione occhi rossi, la correzione della distorsione, e molto altro ancora. Gli utenti esperti potranno godere di un’ampia selezione di comandi manuali, compresa l’esposizione, bilanciamento del bianco (con fine-tuning), ed il bracketing. L’unica cosa che non è possibile regolare fra le opzioni di bilanciamento del bianco è l’impostazione della temperatura di colore direttamente in K°. La Nikon D5000 supporta il formato di immagine RAW, anche se il software in bundle Nikon è piuttosto carente nel reparto di editing delle immagini RAW.

Nikon D5000: il display da 2.7"
Test Nikon D5000: il display da 2.7"

Come sulla D90, con la D5000 è possibile registrare filmati HD a 1280 x 720 (24 fotogrammi / secondo), anche se questa funzione è lungi dall’essere perfetta. C’è un limite di 5 minuti di registrazione, la qualità audio è scarsa (come quella video del resto), e manca l’ autofocus continuo durante la registrazione. Va bene per la ripresa di clip brevi, ma non aspettatevi di poter sostituire la videocamera.

Le prestazioni della fotocamera sono molto buone in quasi tutti gli aspetti. Mentre ufficialmente la macchina impiega circa 1,6 secondi per avviare e completare la sequenza di riduzione della polvere, è possibile premere il pulsante di scatto per fermare questo processo e passare alla fase di ripresa più rapidamente. La messa a fuoco in condizioni di luce scarsa è piuttosto buona, con tempi che rimangono al di sotto di un secondo nella maggior parte delle situazioni, grazie all’accecante lampada di assistenza AF. Le prestazioni dell’autofocus Live View sono misere in condizioni di scarsa luminosità. Non è concepito per le riprese d’azione, questo è sicuro. La D5000 esibisce una modalità di scatto continuo impressionante, in grado di immagazzinare fino a 9 fotogrammi in RAW o 100 in JPEG alla velocità di 4 fotogrammi al secondo. La durata della batteria risulta ottima.

La qualità dell’immagine è globalmente molto buona. Una certa tendenza a sottoesporre ed una generale morbidezza delle immagini va sottolineata. La resa del colore è accurata, anche se non troppo vivace (soprattutto i rossi). Risulta comunque possibile intervenire sulla morbidezza e sulla saturazione del colore regolando le impostazioni appropriate nel menu Picture Control. Dove la D5000 realmente brilla è nelle eccezionali prestazioni alle alte sensibilità ISO, si riesce comodamente a riprendere a ISO 3200 in condizioni di buona luminosità senza preoccuparsi di perdere dettaglio. In condizioni di scarsa illuminazione, le immagini riprese a ISO 800 sono più che buone. Come spesso accade scattando in modalità RAW è possibile ottenere risultati ancora migliori alle sensibilità più elevate.

Giunti al termine della prova testimoniamo quanto la Nikon D5000 sia una bella reflex digitale che prende il meglio della D90 ma in una veste più compatta e meno costosa. Vogliamo ancora ricordare che la D5000 non supporta la messa a fuoco automatica con ottiche non AF-S ed AF-I, quindi per chi possiede una raccolta di vecchi obiettivi Nikkor sarebbe forse consigliabile prendere in considerazione l’acquisto della D90. Decidere l’acquisto di una nuova reflex dovendo districarsi tra i tanti modelli di fotocamere digitali reflex Canon, Nikon, Pentax, Olympus, Sony o altro, non è cosa facile. Ogni fotocamera ha i propri pregi e difetti, leggete più recensioni ed opinioni possibili e decidete cosa è meglio per voi!”

Il display Flip-Down della D5000
Il display Flip-Down della D5000

Cosa ci è piaciuto:

* Molto buona la qualità delle foto; superbe prestazioni alle alte sensibilità ISO
* Corpo relativamente compatto
* Monitor LCD da 2.7″, flip-down con rotazione
* Sistema di riduzione della polvere
* Live view con AF a rilevazione di contrasto e Face Detection
* Controlli manuali completi, bracketing in modalità diverse, supporto RAW
* Reattiva nella maggior parte dei casi, modalità di scatto continuo rapida per il suo prezzo
* Pulsanti personalizzati e menu
* Rappresentazioni visive delle diverse impostazioni ben fatte più sistema di aiuto integrato nella fotocamera
* Modalità di filmati in formato HD
* Nessun problema di Occhirossi
* Modalità di riproduzione complete
* Buona durata della batteria
* Uscita HDMI
* Unità GPS opzionale

Quello che non ci è piaciuto:

* Immagini un po’ morbide e lieve tendenza a sottoesporre
* Flip-down LCD non così utile come quelli a rotazione laterale; risoluzione dello schermo migliorabile
* Selezione limitata di ottiche con supporto autofocus
* Molto lenta la messa a fuoco in modalità live view
* Software per l’editing di immagini RAW incluso non eccezionale
* Modalità filmato: limite di tempo di 5 minuti, video di qualità appena sufficiente, scarsa qualità audio, manca AF continuo
* Mirino piccolo
* Sportello di accesso alla memory card poco affidabile

Vai alla recensione della Nikon D5000 su Dcresource (inglese)