Alla ricerca della fotocamera ideale: Nikon D750

La Nikon D750
La Nikon D750

Dan Bracaglia, giornalista di Popular Photography e DpReview, e la sua ricerca della ‘fotocamera ideale’, non il solito Nikon contro Canon contro Sony ma un viaggio nell’universo fotografico con le sue aspettative e, sempre, la gioia di fare foto…

Nikon D750 – Perchè mi piace:

  • 24MP sensore digitale Full-frame  prestazioni eccellenti alle alte sensibilità ISO ed ampia gamma dinamica
  • 1080/60p video cattura
  • Robustezza della costruzione, e peso relativamente leggero per una reflex digitale full frame
  • Schermo LCD 3.2″ rotante per consentirmi di fare tutte le riprese che voglio dalle angolature più estreme
  • Sistema AF a 51 punti funziona ottimamente anche in situazioni limite di basso contrasto e scarsa luminosità

Nel 2012 avevo necessità di sostituire la mia Nikon D300 con qualcosa di più performante in vista di un importante reportage da affrontare. La Nikon D600 non era ancora stata annunciata e la mia attenzione si diresse subito verso la Nikon D800. Dopo aver testato a fondo la macchina decisi che non era la scelta giusta per me nonostante le caratteristiche top della stessa; l’impressione era quella di una reflex pensata più per lo studio che per l’azione, file RAW di dimensioni eccessive, scatto a raffica non sufficientemente rapido per i miei gusti (la mia D300 con grip-batteria scattava 8 fotogrammi al secondo), prezzo fuori budget per le mie tasche!

La scelta ricadde quindi su una Nikon D700 di seconda mano, fotocamera diffusissima fra professionisti ed amatori e di provata affidabilità. Dopo due anni e mezzo di utilizzo molto intenso e mezzo milione di fotogrammi più tardi, nonostante il perfetto funzionamento della fotocamera, decisi che era nuovamente giunto il momento di rimettermi alla ricerca della mia ‘fotocamera ideale’.

Nikon D750 con 24mm F2.8D
Nikon D750 a ISO 640, 1/1000 sec F5.6 con ottica Nikon 24mm F2.8D grazie allo schermo articolato (Courtesy Dan Bracaglia)

La Nikon D810 per gli stessi motivi esposti prima per la D800, la Nikon D610 per la sua sensazione troppo ‘plasticosa’ in confronto con le D700\D300 al quale ero abituato.

Poi, d’incanto, quel pomeriggio la presentazione stampa della nuova Nikon D750, semplicemente ciò che cercavo da anni: un corpo macchina robusto e a prova d’intemperie e di dimensioni addirittura più compatte di D700 e D300, sensore altamente performante, prestazioni video superiori, schermo articolato (parametro importante per il mio stile di immagini), Wi-Fi.Needless to say, Nikon PR unveiled the D750 that afternoon, and it was everything I could have asked for: a robust weather sealed body, with an updated sensor, full video capture (neither my D300 nor my D700 offered any sort of real video mode), an articulating screen and built-in Wi-Fi. I test successivi alla presentazione hanno ribadito positivamente tali caratteristiche assieme alla grande qualità delle immagini ed alle ottime prestazioni dell’autofocus.

Dovetti attendere l’estate del 2015 per riuscire ad acquistarla, un servizio di cerimonia nella East Coast fu l’occasione per sciogliere gli indugi.

Il matrimonio si rivelò subito un ottimo banco prova per la nuova arrivata; una cerimonia in esterno sotto un diluvio di pioggia. La sola cosa che riuscivo a vedere nel mirino era il quadratino rosso di conferma del fuoco lampeggiare dove immaginavo fossero i visi degli sposi… La Nikon D750 si comportò egregiamente nonostante i pochi giorni avuti per abituarmici. Il lavoro sui files RAW mi ha permesso di recuperare ed aggiustare tutti i momenti cruciali restituendo vigore e vitalità alle immagini sofferenti per le condizioni di basso contrasto, acqua e foschia.

Nikon D750 e Nikon 85mm F1.8D
Nikon D750 a ISO 1250, 1/400 sec, F4 con ottica Nikon 85mm F1.8D (Courtesy Dan Bracaglia)

Alla fine della fiera la Nikon D750 certamente non è la migliore reflex digitale in assoluto, molte altre le sono superiori in condizioni specifiche, ma alla ricerca del miglior compromesso per il mio stile di fotografia ed all’interno del sistema Nikon che prediligo, è la scelta ideale per me.

Lavorando nella redazione di Dpreview sono, come tutti, costantemente proiettato nel futuro. Le mirrorless soppianterano le reflex come prima scelta dei professionisti? La D760 riprenderà a 4K? Nikon svilupperà un sensore con stabilizzazione d’immagine per sue full-frame? Possiamo sognare e sognare e continuare ad aspettare la prossima fotocamera o, molto meglio, imbracciare quella che abbiamo e scendere in strada a fotografare!

By Dan Bracaglia – DpReview