Nikon D3000 vs Canon EOS 1000D vs Sony A230 – Qual’è il migliore acquisto?

Confronto fotocamere digitali reflex entry-level Nikon, Canon e Sony

Nikon D3000 vs Canon EOS 1000D vs Sony A230
Nikon D3000 vs Canon EOS 1000D vs Sony A230

“C’è la fotocamera digitale giusta per tutti al giorno d’oggi, quale che sia il livello di competenza ed esperienza di ognuno.” E’ con queste parole che Matt Grayson introduce la prova a confronto di tre note fotocamere reflex DSLR della fascia entry level sul suo sito Ephotozine. Questo segmento di mercato è molto vivace e popolare visto che solitamente rappresenta il punto d’ingresso di molti fotoamatori nel variegato mondo delle reflex digitali, provenendo perlopiù da esperienze con macchine fotografiche compatte o bridge.

Le reflex recensite sono la Nikon D3000 in kit con il suo 18-55 VR, la Canon EOS 1000D in compagnia del 18-55 IS e la Sony A230 insieme al 18-55 DT. Questo test cercherà dunque di mettere in luce le caratteristiche di queste tre digitali soffermandosi sulle caratteristiche che possono essere più desiderate e gradite da parte del target di pubblico al quale sono destinate, con risultati non così scontati come molti potrebbero pensare…

Nikon D3000 vs Canon EOS 1000D vs Sony A230

Live View

La reflex digitale Nikon D3000 in prova
La reflex digitale Nikon D3000 in prova

La mancanza del Live-view potrebbe essere contro-producente per le fotocamere di Nikon e Sony visto il target di riferimento di queste reflex, costituito in gran parte da utilizzatori di fotocamere digitali compatte, abituati ad utilizzare il display posteriore della macchina fotografica per l’inquadratura e che si aspettano di ritrovare funzionalità similari anche sulla reflex. Costoro probabilmente saranno più propensi a rivolgersi alla Canon EOS 1000D.”

Stabilizzazione d’immagine

” I sistemi di stabilizzazione dell’immagine presenti nella Nikon D3000 e nella Canon EOS 1000D sono contenuti nei singoli obiettivi sin dalla loro ideazione, la Sony A230 ha il sistema di stabilizzazione integrato nel corpo macchina. Niente di negativo riguardo alla scelta di Nikon e Canon, ma avere la stabilizzazione presente nella fotocamera significa poterla utilizzare con qualsiasi obiettivo venga montato a differenza dei sistemi basati sulla stabilizzazione all’interno dell’ottica che deve necessariamente esserne fornita. Fortunatamente gli obiettivi forniti in dotazione da Nikon e Canon con queste digitali sono completi di stabilizzatore d’immagine.”

Informazioni sul display

Sulla sua A230 Sony ha introdotto una caratteristica molto interessante che rende molto più semplice

Il display della Reflex digitale Sony A230
Il display della Reflex digitale Sony A230

scattare buone fotografie. Questa impostazione opera mostrando sul display, in termini facilmente comprensibili, cosa una certa funzione possa fare. La spiegazione di questa nuova possibilità è più ampia nella prova completa della Sony A230 e può aiutare i neofiti a fotografare meglio e di più. Canon ha sviluppato un sistema simile ed è stata la prima ad introdurlo nella digitale EOS 500D ma stranamente ha deciso di non inserirlo nella 1000D. Nikon ha invece introdotto il suo sistema di interfaccia utente proprio con la D3000 che, anche se non immediato come quello di Sony, risulta ugualmente semplice ed efficace.”

Esposizione automatica

” Con la predominanza di soggetti ad alta luminosità nel fotogramma, Nikon fornisce i risultati più chiari del gruppo mentre Sony i più scuri. Canon si situa fra i due con una resa intermedia dell’esposizione, non necessariamente migliore delle altre comunque, vista la personale interpretazione possibile della scena e ciò che ognuno di noi considera accettabile. La Canon EOS

La reflex digitale Canon EOS 1000D in prova
La reflex digitale Canon EOS 1000D in prova

1000D si comporta bene con soggetti in controluce mantenendo una buona quantità di dettaglio nelle aree più scure senza il rischio di compromettere le alte luci. Solo la presenza del sole diretto nell’inquadratura porta alla bruciatura delle zone più chiare; significativa in questo caso l’assenza di riflessi fantasma causati dall’obiettivo. Nikon soffre maggiormente con i soggetti in controluce, assicurando un’ottima resa dei soggetti in silhouette talvolta a scapito delle alte luci che possono facilmente perdere il dettaglio, come ad esempio particolari minuti tipo i rami di un albero in controluce possono essere coperti dalla diffusione della luce dalle zone circostanti più chiare. Al contrario la Sony A230 rende forse un pò troppo scuri i soggetti in controluce richiedendo in questi casi l’intervento della modalità D-Range utile per aumentare la gamma dinamica riproducibile.”

Autofocus

” Tutte e tre le macchine fotografiche mettono a fuoco con rapidità con la A230 che risultà  essere più rumorosa delle altre e con la tendenza occasionale ad utilizzare più tentativi prima di raggiungere la messa a fuoco corretta. Sporadiche vibrazioni sono anche presenti quantunque senza alcuna influenza sullo scatto. Canon offre il minor numero di punti di messa a fuoco, sette, contro i nove di Sony e gli undici di Nikon. La comoda selezione manuale del punto di messa a fuoco è disponibile per Canon attraverso un pulsante dedicato mentre Sony e Nikon richiedono l’ingresso nel menù funzioni.”

Qualità d’immagine

” Tutte le fotocamere digitali della prova sono capaci di registrare i colori in modo corretto producendo immagini ben

La reflex digitale sony A230 in prova
La reflex digitale sony A230 in prova

definite. Sony mostra un buon livello di dettaglio ed una resa del colore molto simile a Canon, con rossi ben carichi e tonalità carne mai eccessivamente rosate. L’arancione sembra essere registrato meglio sulla EOS 1000D. I colori predominanti nei paesaggi come i blu ed i verdi sono saturi con la scala delle tonalità di grigio ben bilanciata. Canon produce colori naturali e con un bell’ effetto pastello, suggerendo probabilmente la presenza di una più ampia gamma di sfumature (gamut). Nikon appare un pò più saturo sui violetti. Le tonalità calde come i gialli ed i rossi, possono apparire lievemente distorte sulla D3000 apparendo più intense del dovuto con una tendenza dei rossi più scuri a divenire violacei. A livello dei dettagli più fini Nikon riesce a registrarne la quantità maggiore, con i particolari del tessuto della custodia della fotocamera ben visibili da una distanza di quasi due metri (vedi immagini test n.d.r.).”

Riduzione del rumore alle alte sensibilità

” Il rumore sembra essere meglio controllato sulla Canon con problemi che iniziano solo ad 800 ISO e nelle aree più scure dell’immagine, con i 1600 ISO che rimangono ancora nei limiti dell’accettabilità. Molto buono appare il controllo del rumore sulla fotocamera di Sony con decadimento della resa dai 1600 ISO in poi, con Nikon che segue a ruota. In condizioni di luce controllata (studio) la situazione rimane perlopiù invariata con Canon e Nikon che esibiscono buoni risultati sino agli 800 ISO e Sony che riesce a guadagnare uno step in più controllando meglio i risultati a 1600 ed anche a 3200 ISO.”

Bilanciamento del bianco

Il display della Canon EOS 1000D
Il display della Canon EOS 1000D

” Su tutte le reflex in prova il bilanciamento automatico del bianco lavora bene in luce diurna ed ombra con le immagini di Sony che esibiscono una gradevole tonalità calda con il settaggio del bianco per le ombre. Le immagini scattate in luce ad incandescenza presentano una dominante evidente per tutte utilizzando il bilanciamento automatico, con Sony che fronteggia la situazione meglio delle altre. Situazione similare per le luci fluorescenti, anche qui con la A230 che riesce a fornire un risultato più equilibrato. Il passaggio alle impostazioni manuali del bianco aiuta a migliorare la resa di tutte con Sony che fornisce in ogni caso un miglior bilanciamento.”

Flash incorporato

Nikon ha posto un buon flash nella sua D3000 con un numero guida di 19 a 100 ISO. Canon si ferma al numero guida di 13 e Sony al più debole 10 sempre a 100 ISO. Questo significa che il flash della Nikon riuscirà ad illuminare correttamente soggetti posti a distanze superiori rispetto agli altri due.”

Opinione finale

” In un certo tipo di immagini personalmente tendo a preferire la lieve sottoesposizione della Sony e penso anche che i colori della Nikon siano i migliori. Comunque tutti questi aspetti possono in qualche maniera essere manipolati a posteriori, ma nessuna delle due raggiunge la resa della Canon quanto a definizione dell’immagine. La EOS 1000D risulta oltretutto molto facile da utilizzare, come anche le altre del resto, ma il fatto che abbia diversi plus in più dalla sua ne fa acquisire vantaggio sulle altre due.

Il costo di acquisto della Sony risulta inferiore a quello della Nikon e della Canon il che può complicare la scelta fra le tre.

Quello che appare chiaro dai risultati del nostro test è che tutte e tre le fotocamere prese in considerazione hanno i loro rispettivi punti di forza che, se potessero essere tutti inseriti in un’ unica ‘super-fotocamera’, ci farebbero senz’ altro felici; ma in attesa che ciò avvenga, riteniamo la Canon EOS 1000D essere la vincitrice di questo confronto.”

Leggi il test comparativo delle reflex digitali Nikon D3000, Canon 1000D e Sony A230 su Ephotozine (inglese):

Il display della Nikon D3000
Il display della Nikon D3000