Reflex digitali Full Frame a confronto: Canon EOS 5D Mk II vs Nikon D700 vs Sony A900 – Parte 3

Confronto reflex digitali Full Frame – Recensione Sony Alpha A900

La fotocamera digitale Sony A-900
La fotocamera digitale Sony A-900

—-

Concludiamo il test a confronto fra le tre reflex digitali full-frame Nikon, Canon e Sony con la prova della Sony Alpha A900, fotocamera digitale dotata di risoluzione elevatissima grazie al sensore CMOS pieno formato con tecnologia Exmor™ dotato di 24,6 megapixel effettivi e doppio processore d’immagini BIONZ.

La Sony A900 offre ancora la stabilizzazione avanzata delle immagini con sistema “SteadyShot Inside” incorporato nella macchina fotografica e scatto continuo a 5 fps alla risoluzione massima consentita. La più grossa del terzetto, vanta una solida struttura in magnesio con telaio in alluminio e comandi con guarnizioni sigillate per proteggerla dalla polvere e dall’umidità.

Interessante il suo sistema ‘Intelligent Preview’ che consente di previsualizzare l’immagine da riprendere, applicare in tempo reale qualsiasi correzione desideriamo (esposizione, bianco, gamma dinamica) ed a risultato ottenuto scattare infine la nostra fotografia. Vediamo come si comporta nel test di Photocrati…

Test Sony Alpha A900

—-

“Potendo vantare la maggiore risoluzione disponibile fra le reflex digitali full frame di classe intermedia, la A900 che

La reflex digitale Sony A900 con ottica Zeiss 70-200 SSM
La reflex digitale Sony A900 con ottica Zeiss 70-200 SSM

abbiamo sottoposto al test è una robusta fotocamera digitale da 24.6 megapixel con corpo in lega di magnesio, guarnizioni anti-polvere ed anti-acqua, display LCD da 3 pollici e 920.000 pixel e tanta tecnologia al suo interno. I suoi due processori d’immagine BIONZ le garantiscono una velocità di scatto continuo di ben 5 fotogrammi al secondo alla massima risoluzione.

Caratteristiche generali

Nessun flash incorporato per la Sony ed un ampio e luminoso pentaprisma che garantisce una visione nitida e la copertura del 100% del campo inquadrato. Il rinnovato sistema di messa a fuoco della A900 si affida a 9 sensori AF visibili più altri 10 ‘invisibili’ che assistono i precedenti minimizzando il rischio di perdita della messa a fuoco. Il sistema antivibrazione è incorporato nella fotocamera e disponibile quindi per tutti gli obiettivi utilizzati. Un avanzato sistema di ottimizzazione dell’immagine, il D-Range, offre la possibilità di espandere la gamma dinamica in maniera molto ampia se desiderato, garantendo esposizioni bilanciate e ricche di dettagli nelle aree illuminate ed in ombra, soprattutto nelle riprese in controluce.

Per sfruttare tutti i suoi 24.6 megapixel di risoluzione la A900 richiede ottiche multi-formato capaci di coprire al 100% la superficie del sensore, tuttavia è possibile anche utilizzare obiettivi serie DT accettandone il solito fattore di crop ma mantenendo la risoluzione finale al rispettabile livello di ben 11 megapixel.

La più grossa fra le tre reflex digitali provate, la Sony A900 si caratterizza per una intelligente e ben strutturata interfaccia utente con pulsanti, interuttori e ghiere facilmente individuabili e ben sistemati. Il sistema di misurazione dell’esposizione può contare su un esposimetro a 40 segmenti che ha prodotto leggere sottoesposizioni in scene chiare e luminose, facili da correggere sovraesponendo di +1 stop.

Intelligent Preview

Recensione macchina fotografica Sony A900Al posto del consueto Live View la A900 propone l’ Intelligent Preview, una modalità che consente di previsualizzare l’immagine da riprendere sull’ampio display, applicare eventuali correzioni dell’esposizione, bilanciamento del bianco, ottimizzazione della gamma tonale ecc. e quando l’anteprima risulta confacente a quanto desiderato, scattare la fotografia.

Qualità dell’immagine

I 24.6 megapixel di cui è dotata la Sony A900 sono leggermente più piccoli della media (5.9 micron) ma nessun’altra reflex digitale di questa classe è in grado di produrre una tale incredibile risoluzione di dettaglio nelle riprese effettuate a 100 e 200 ISO. Ingrandimenti sino al 50×70 sono facilmente ottenibili dai fotogrammi ripresi a queste sensibilità e sino alla soglia degli 800 ISO il rumore è ben controllato. Utilizzando le ottiche Zeiss di alta qualità i risultati sono veramente sorprendenti; la fotocamera non sarà il top nelle riprese ad alta sensibilità  ma è sicuramente al primo posto ai livelli di sensibilità base. Evitate le sottoesposizioni ed il risultato è garantito.

Dai 1600 ISO in poi le chiazze colorate divengono più visibili, l’altissima risoluzione comunque aiuta anche qui

Il mirino della Sony A900 ed i punti AF
Il mirino della Sony A900 ed i punti AF

potendo contare su un’abbondanza di dettaglio che viene comunque conservata. Grazie all’efficiente sistema anti vibrazioni incorporato nella fotocamera il ricorso alle alte sensibilità può essere inferiore almeno nelle riprese di soggetti statici. Abbiamo provato naturalmente anche le sensibilità superiori sino alla massima di 6400 ISO; le macchioline dovute al rumore digitale sono decisamente visibili ma non è troppo difficile effettuare una buona pulizia dell’immagine facendo ricorso ad un buon software separato.

Valutazione finale della Sony A-900

La Sony A900 non è il top nelle riprese ad alta sensibilità ma rimane imbattibile a nostro parere alle sensibilità da 100 a 400 ISO grazie all’elevata qualità delle immagini che il suo sensore ad alta risoluzione riesce a produrre ed alle ottiche Carl Zeiss che consentono di sfruttarne a pieno le potenzialità. La macchina non è stracolma di funzioni come le concorrenti per cui la A900 risulta più semplice ed immediata nell’utilizzo. Il sistema autofocus è molto affidabile anche in condizioni di luce scarsa e piuttosto rapido, specie utilizzando le ottiche SSM con motore ultrasonico e grande luminosità.”

Il test a confronto delle Canon EOS 5D Mk II, Nikon D700 e Sony A900 su Photocrati (inglese):

La pagina dedicata alla A900 sul sito ufficiale Sony (italiano):

Il confronto di WhatDigitalCamera
Il confronto di WhatDigitalCamera

Lo stesso confronto fra le stesse tre reflex effettuato però da WhatDigitalCamera; in foto riprodotto il loro verdetto finale (inglese):