Lezioni di Fotografia: Trasferire le immagini

Corso Fotografia Digitale – Lezione 7

______________________________

Download o trasferimento dei file

Finito di scattare, le fotografie rimangono nella memoria della fotocamera finché non vengono scaricate (download) nel disco rigido del computer. Come vedremo, vi sono numerosi metodi per trasferire i file. Quando si sceglie un metodo, occorre informarsi prima sui tempi di trasferimento che possono variare da alcuni secondi per immagine a minuti.

Cos’è il download?

Quando si trasferiscono file tra due apparecchi, si fa un upload o un download. Questi termini si riferiscono alla direzione di trasferimento. Fare un upload significa che si sta inviando un file. Fare un download significa che si sta ricevendo un file. Un trasferimento di immagini dalla fotocamera al computer si definisce dunque download, o talvolta anche “acquisizione”.
Alcuni computer, specialmente i notebook ma anche alcune stampanti, sono dotati di slot in cui si inseriscono le memorie asportabili provenienti dalla fotocamera.

Cosa e come collegare

Le attrezzature usate per trasferire immagini dalla fotocamera al computer sono numerose. Per effettuare un download diretto dalla fotocamera o da un lettore di schede per la prima volta occorre avere installato il software che controlla l’operazione, contenuto nel CD che troverete sempre accluso, e connettere la macchina fotografica o il lettore di memory card al pc.

Fotocamera digitale e cavo. Le prime fotocamere si collegavano ad una porta seriale, ma ora la maggior parte delle fotocamere attuali sono dotate di interfaccia USB o Firewire che serve a collegare la camera al computer tramite cavetto.

corso-fotografia-32

Una fotocamera è connessa al computer con un cavetto USB.

Lettore di Memory Card. Se il vostro computer non ha una slot già predisposta per memory card, si può utilizzare un lettore di card universale. I lettori hanno slot per uno o più tipi di card e sono stabilmente collegati al computer con un cavetto, di solito USB.

corso-fotografia-34

Un lettore di memory card con tre slot per CompactFlash, SmartMedia, e PC Card.

Adattatori. Non tutte le memory card entrano nelle slot o nei lettori. Per questo vi sono gli adattatori per accoppiare card e slot. Occorre solo un adattatore che sia adatto alla slot e che accetti la memory card che state usando. Poiché lo slot per PC Card (usato solitamente nei notebook) è il più grande di tutti, è diventato di fatto lo slot standard. Può accettare ogni altra card se avete il giusto adattatore.

corso-fotografia-33

Una piccola card SanDisk si inserisce in un adattatore per slot PC Card.

Docking station. Le vecchie fotocamere digitali non avevano memorie estraibili ma usavano una docking station per collegarsi al computer. Si tratta di una piccola base collegata al computer con un cavo, su cui si posava la camera. Questo sistema è ormai abbandonato dato che oggi tutte le fotocamere digitati hanno la memoria amovibile.

Una moderna variante è la possibilità di collegare la fotocamera direttamente alla stampante per stampare le foto senza passare attraverso il PC.

Dove collegare

I dispositivi sopra descritti, non solo devono essere collegati ad una porta del computer, ma occorre anche installare i rispettivi driver in modo che il computer possa riconoscere che tipo di apparecchio è collegato ed a quale porta. La porta a cui ci si collega può essere seriale, parallela, FireWire o USB, e ciò fa una grande differenza riguardo ai tempi di trasferimento dei dati.

Porte seriali. Le porte seriali sono usate principalmente per connettere modem analogici per i collegamenti a Internet. Tuttavia, le camere digitali più vecchie le usano ancore per trasferire file di immagini al computer. Questo comporta un vero problema di velocità, o meglio, di lentezza. Non esiste una porta più lenta.

Porte parallele. Le porte parallele sono normalmente usate per le stampanti e sono leggermente più veloci delle porte seriali. Attualmente non più utilizzate per il collegamento di memorie di massa.

USB e FireWire. Con l’aumento della necessità di trasferire grandi masse di dati ad alta velocità, le porte seriali e parallele sono diventate dei veri colli di bottiglia. Due nuovi tipi di porte, USB e FireWire, sono stati introdotti per migliorare la situazione. Queste due porte hanno in comune cavi sottili, supportano la funzione Plug and Play (il computer riconosce automaticamente un nuovo apparecchio), supportano l’hot plugging (collegare o scollegare cavi senza dovere spegnere il computer), trasferiscono dati in modo molto più veloce delle vecchie porte, e attraverso lo stesso cavetto portano l’alimentazione agli apparecchi collegati.

Quasi tutti i nuovi PC sono dotati di una o più porte USB. Le porte FireWire sono montate da Apple ma sono quasi sempre un optional nei PC. Oggi lo standard è la USB 2.0, che ha sostituito la più lenta USB 1.1 ed è anche leggermente più veloce delle FireWire. Quasi tutte le fotocamere digitali oggi in commercio supportano USB 2.0, pochissime supportano FireWire.

Quando si connette una camera USB, occorre avere un cavo con i terminali giusti da ambedue i lati. Per complicare le cose ancora di più, alcuni apparecchi usano connettori USB non standard. Per interconnettere vari apparecchi come visori portatili, telefoni cellulari, fotocamere ecc, nuove regole sono stabilite dal nuovo standard USB OTG (on-the-go).

Ma esiste un cavo USB standard? Certo che no! Il terminale che si connette al computer è sempre lo stesso, ma quello che si connette alla camera varia da modello a modello. I terminali USB sono diversamente colorati all’interno per facilitare le operazioni di collegamento.

corso-fotografia-35

Il sistema Firewire fu originariamente concepito da Apple ma in seguito è stato adottato da tutte le altre compagnie. Talvolta chiamato IEEE 1394, Firewire è più veloce di USB 1.1 ma meno di USB 2.0 ed è progettato per collegare fino a 63 apparecchi elettronici, come registratori digitali video, fotocamere digitali, lettori di dischi video digitali ma anche drive CD-ROM, stampanti, scanner, e hard drive. Permette pure collegamenti Internet ad alta velocità. E’ in grado di trasferire 200 Megabyte al secondo o 25 Megabyte per ogni singolo apparecchio.

Collegamento al TV

Molte fotocamere digitali hanno una uscita analogica video (NTSC or PAL) che può essere collegata alla TV usando terminali standard (input o video-in). Questo è un eccellente modo di visualizzare le fotografie. E’ possibile registrare le immagini su nastro, oppure collegare la fotocamera alla TV mentre si sta scattando e permettere a tutti i presenti di vedere le immagini mentre vengono riprese, un modo simpatico per vivacizzare una festa o una riunione tra amici.

Le nuove fotocamere digitali reflex con capacità di ripresa video HD sono spesso dotate di terminale HDMI per il collegamento agli schermi TV già predisposti per l’alta definizione

Wireless download

Tutti noi dobbiamo qualche volta fare delle acrobazie dietro o sotto la scrivania per collegare cavi, operazione non sempre agevole. Vi sono però apparecchi e tecnologie che ci permettono di evitare di trasformarci in contorsionisti improvvisati.

Wireless networking. Una eccellente soluzione per il download di immagini digitali rimane la tecnologia wireless. Benché non ancora molto diffusa, in futuro potremo trasmettere immagini dalla fotocamera ad ogni altro tipo di apparecchio. Le nuove tecnologie allo studio comprendono collegamenti ad infrarossi, Bluetooth, e altri. Le differenze sono nel loro raggio di copertura e la velocità di trasmissione, mentre sono simili nel fatto che ci libereranno dal sempre crescente groviglio di cavi.

corso-fotografia-36

La stampante per immagini digitali Kodak Photo Printer 500 capace di leggere ogni tipo di scheda di memoria e di collegarsi alla camera in modalità wireless e Bluetooth.

Lettori di memory card. Molti computer portatili ad alcune stampanti sono dotati di slot per PC Card che con gli adattatori, possono leggere quasi tutti i supporti di memoria. Diventa così facile trasferire le immagini al notebook o stamparle direttamente dalla camera senza passare per il computer, usando il display della camera per selezionare le immagini da stampare. Vi sono stampanti di alta qualità nelle quali si inserisce la card per il download. Le immagini possono essere visualizzate su un display, manipolate per correggere gli occhi rossi, ritagliate, ridimensionate ed infine stampate.

Internet. Alcune fotocamere, specialmente quelle contenute nei palmari o nei cellulari, permettono di spedire immagini direttamente dalla camera come allegati alle e-mail. Questa è una grande comodità quando si è in viaggio e si vuole spedire immagini a casa o in ufficio. Qualche camera consente pure l’upload delle immagini dalla camera stessa direttamente ad un sito Web.

corso fotografia digitale formato pdf
'Clicca Qui' per acquistare il Corso completo in formato .PDF

Torna al menù principale del Corso di Fotografia Digitale