Lezioni di Fotografia: Forma e funzioni varie

Corso Fotografia Digitale – Lezione 14

Oltre alle caratteristiche tecniche delle fotocamere digitali trattate nelle lezioni precedenti, vi sono altre funzioni che sarebbe bene avere, o almeno conoscere.

Design della fotocamera

La prima cosa che attira lo sguardo, e la cui valutazione è squisitamente soggettiva, è l’aspetto esteriore di una fotocamera. E poi naturalmente bisogna averla tra le mani, azionare i comandi, “sentirla” facile e comoda. Se si deve andare oltre tre livelli del menu delle scelte per cambiare un settaggio, non si userà spesso quella funzione.

corso-fotografia-69

Una camera ben disegnata è anche facile e piacevole da usare.
Leica, uno dei grandi nomi della fotografia, ora crea fotocamere digitali dall’ottimo design.

Peso e dimensioni

Il peso e le dimensioni di una fotocamera possono influire molto sul suo gradimento. Riesce difficile portarsi sempre appresso una camera ingombrante. Il dilemma è che aggiungere funzioni aggiunge inevitabilmente volume e peso. Non esiste la macchina perfetta per tutti gli usi.

Orientamento

Quando si tiene in mano una camera in posizione normale, si fanno foto in orizzontale, o foto di paesaggio. Se si ruota la camera di 90 gradi, si riprendono foto in verticale, o foto ritratto. Queste ultime sono visualizzate orizzontali nelle miniature, nello schermo TV, o nel computer. Occorre ruotarle una ad una per vederle correttamente. Alcune camere eliminano questo problema con un sensore di posizione che ruota automaticamente le immagini verticali.

Sequenze di immagini e riprese video

Molte camere consentono di riprendere sequenze di immagini, o video in diversi formati.

  • Un motore digitale aziona la ripresa di fotografie una dopo l’altra finché si tiene premuto il pulsante di scatto.
  • La fotografia a intervalli di tempo (stop motion) riprende una serie di foto ad intervalli predeterminati, come per le riprese dell’apertura di un fiore.
  • In modalità video si possono effettuare riprese di varia durata in formato MPEG o MOV.

Nei video la risoluzione è ridotta per poter aumentare la frequenza di ripresa, cioè il numero di immagini riprese in un secondo (fps).

Panoramiche

Le foto panoramiche hanno una larghezza molto maggiore del normale e possono offrire una visione di una scena ampia fino a 360 gradi. Molte fotocamere offrono la modalità panorama, che può essere di due tipi.

  • Alcune fotocamere digitali economiche usano il software per escludere una banda superiore ed una inferiore del sensore, in modo da ottenere una immagine con un rapporto d’aspetto tanto alto da sembrare una foto panoramica. Lo stesso effetto si ottiene aprendo un’immagine con un programma di fotoritocco ed ritagliando le stesse aree.
  • Le camere migliori consentono di riprendere immagini multiple di un scena ampia. Si riprende una serie di foto puntando la camera in diverse direzioni ruotando su sè stessi, e poi si usa il software per assemblare le immagini in un’unica immagine panoramica. Il software analizza le singole immagini, calcola dove unirle e poi fonde insieme le aree di giunzione.

Quando si lavora in questa modalità, si cerchi di allineare verticalmente la nuova immagine con la precedente, avendo cura di sovrapporle in orizzontale per almeno il 30-40%. E’ meglio bloccare i parametri di esposizione della prima immagine in modo da avere tutte le immagini con la stessa esposizione.

Esposizioni multiple

La maggior parte delle fotocamere si predispongono automaticamente al prossimo scatto dopo una ripresa. Alcune permettono esposizioni multiple in modo da avere due o più immagini sovrapposte. Anche questo effetto può essere facilmente ottenuto con un programma di fotoritocco.

Treppiede

In ambienti poco illuminati, quando si usano obiettivi lunghi, o se si vuole fare forti ingrandimenti, diventa necessario montare la fotocamera su un tripode. Questo elimina tutti i movimenti della camera che altrimenti apparirebbero come sfocature. Se occorre utilizzare il tripode, accertatevi che la vostra camera si dotata del necessario attacco a vite.

Autoscatto

Le camere con autoscatto a temporizzatore ci permettono di apparire nelle nostre foto. Alcune invece hanno un piccolo telecomando che permette al fotografo di posizionarsi con calma nell’area di ripresa. Questi due sistemi possono essere usati se non si dispone di un treppiede. Si posiziona la camera su un tavolo o altro sostegno, e si aziona il pulsante di scatto senza pericolo di muovere la macchina durante la ripresa.

Indicazione data/ora

L’indicazione della data e ora possono essere utili per ricordarci quando la foto fu ripresa. In alcuni casi i dati appaiono direttamente sulla foto, in altri casi sono nascosti nel file e possono essere visti usando il software di foto-editing.

Registrazioni sonore

Alcune camere hanno un microfono che permette di registrare dei commenti su una foto prima, durante o dopo la ripresa. Queste registrazioni sono salvate in file sonori che possono poi essere riprodotti dal computer, e sono solo delle note allegate alla foto, diverse dalle registrazioni sonore sincronizzate con una sequenza video.

Bianco e nero

Oltre al colore, alcune camere possono riprendere immagini in bianco e nero o nel colore sepia (finto antico), come l’immagine seguente.

corso-fotografia-70

Software in dotazione

Praticamente tutte le fotocamere hanno in dotazione un pacchetto software che spesso include:

  • Programma di download per trasferire le immagini dalla camera al computer.

  • Programma di foto-editing. In alcuni casi, si tratta di una versione limitata dei programmi completi acquistabili presso i rivenditori di software/hardware.

  • Programma per la creazione di foto panoramiche.

  • Programma per la creazione di album fotografici.

  • Programma per stampare più immagini in diverse dimensioni sullo stesso foglio, creazione di calendari ecc.

_____

corso fotografia digitale formato pdf
'Clicca Qui' per acquistare il Corso completo in formato .PDF

Torna al menù principale del Corso di Fotografia Digitale