CCD VS CMOS: Sensori digitali a confronto

Le tipologie di sensori più utilizzati in ambito fotografico


Hasselblad H1 con dorso CCD Phase One
Hasselblad H1 e dorso CCD da 22 mpixel PhaseOne

Il cuore di ogni fotocamera digitale è il sensore digitale, cioé il chip deputato a convertire le onde luminose in cariche elettriche, per trasformarle poi in informazioni digitali.

Il sensore può essere di tipo CCD (Charge-Coupled Device) o CMOS (Complementary Metal-Oxide-Semiconductor).

I sensori CMOS hanno preso quasi completamente il posto dei CCD nelle reflex digitali di ultima generazione mentre rimangono ancora utilizzati nei dorsi digitali ad alte prestazioni usati sulle fotocamere digitali di medio formato (Hasselblad, Phase One, Mamiya ecc).

Cerchiamo di spiegare le basi delle due tecnologie in poche parole, evidenziando le differenze fra i due sistemi.

Da: Onnik.it

Leggi tutto “CCD VS CMOS: Sensori digitali a confronto”

DxOMark 2010 – Classificare fotocamere digitali ed obiettivi

Da DxO Labs tutti i test per misurare la qualità d’immagine

classifica fotocamere digitali dxomark 2010Leggendo prove, test e confronti capita spesso di domandarsi se esistano metodi scientifici di standard più o meno universale per valutare la qualità di una fotocamera digitale ed in particolare del suo principale e più importante elemento costitutivo, il sensore digitale foto-sensibile, consentendone la classificazione in categorie omogenee.

Il laboratorio DxO Labs con il suo database ‘DxOMark 2010’, raccoglie accurate misurazioni relative all’output RAW dei sensori di tutte le fotocamere digitali in formato aps-c, quattroterzi, full-frame e medio formato, tentando di dare una risposta a questo interrogativo seppur con alcune limitazioni. Cerchiamo di capirne di più ed illustrare nel dettaglio come interpretare i vari test disponibili ed in che modo utilizzarli per orientare al meglio le nostre scelte.

Leggi tutto “DxOMark 2010 – Classificare fotocamere digitali ed obiettivi”

Sigma SD1: il sensore Foveon a quota 46 Mp

La risoluzione del sensore Foveon X3 raggiunge i 15.3×3 Mp

fotocamera digitale sigma-sd1Sigma, uno dei più noti fabbricanti di ottiche universali, vuole a tutti i costi guadagnarsi una posizione di rilievo nel competitivo e difficile settore delle reflex digitali. Progettare e costruire sensori digitali non è cosa semplice e l’arma di Sigma è lo sviluppo incessante del sensore Foveon X3, un progetto portato avanti da molti anni con alterna fortuna e che compie oggi un salto di qualità notevole passando dai 4.7×3 Mp di risoluzione attuali (Sigma SD14 ed SD15) a ben 15.3×3 Mp distribuiti sul formato APS-C.

L’insolita definizione numerica della risoluzione del Foveon deriva dal fatto che sia costituito da tre strati, ognuno dei quali sensibile ad uno solo dei colori primari e con 15.3 megapixel a disposizione, a differenza dei sensori attuali che utilizzano un solo strato con l’interposizione di un filtro Bayer per la corretta registrazione delle informazioni di colore (demosaicing). Questo comporterebbe una migliore risposta del sensore sopratutto nella gamma del verde (la componente spettrale di maggiore sensibilità per la visione umana) con conseguente ottima resa della definizione delle immagini e del dettaglio, vero punto di forza del sensore Foveon.

sensore digitale sigma foveon X3Molto interessante il confronto fra le immagini riprese con sensore Foveon e quelle riprese con sensore tradizionale e filtro Bayer (clicca sul link). In termini pratici e secondo i calcoli del produttore il potere risolutivo del nuovo Foveon dovrebbe equivalere a ca. 30 Mp di un sensore digitale tradizionale e non 46 Mp come la matematica farebbe supporre, un ragguardevole traguardo in ogni caso. Il team Sigma sembra molto motivato a raggiungere gli obiettivi prefissati ma c’è ancora strada da fare anche in termini di messa a punto del processore d’immagine, il TRUE II in questo caso, indispensabile per sfruttare al meglio le caratteristiche native di qualunque sensore digitale. Il nuovo sensore Foveon X3 equipaggerà la reflex digitale Sigma SD1, la futura top di gamma in cantiere per il 2011 e presentata a Photokina in versione prototipo non ancora definitiva.

Sensori Full-Frame vs APS-C – Quale preferire? (parte terza)

Pro e contro dei sensori digitali Full Frame ed APS-C

—-

Confronto fra sensori Full-Frame, APS-H ed APS-C (Courtesy Ophrysphotography.co.uk)
Confronto fra sensori Full-Frame, APS-H ed APS-C (Courtesy Ophrysphotography.co.uk)

—–

Con la terza parte di questo articolo concludiamo la disamina delle due tipologie più comuni di sensori digitali utilizzati sulle attuali reflex digitali.

Analizzeremo i fattori legati alla progettazione delle ottiche utilizzate (vignettatura, peso, qualità intrinseca delle lenti ecc.) e di come incidano in maniera diversa sulle due categorie di fotocamere digitali considerate.

Parleremo inoltre di un confronto approfondito tra le due soluzioni che dimostra come il “vantaggio teleobiettivo”, di cui abbiamo già parlato a proposito di sensori APS-C, in certe condizioni si possa addirittura annullare rispetto ad una full frame…

Leggi tutto “Sensori Full-Frame vs APS-C – Quale preferire? (parte terza)”

Sensori Full-Frame vs APS-C – Quale preferire? (parte seconda)

Scegliamo la tipologia di sensore più adatta alle nostre esigenze

Sensore Full-Frame vs APS-C
Sensore Full-Frame vs APS-C

———

Continuiamo l’esame delle differenze fra sensori digitali Full Frame ed i più piccoli APS-C o Quattro Terzi. Stavolta prendiamo in considerazione il cosiddetto “Fattore di Taglio” o Crop che in teoria avvantaggia le fotocamere digitali con sensori di dimensioni più piccole nell’utilizzo delle lunghe focali e nella profondità di campo…

(La prima parte dell’articolo Qui)

——–

Leggi tutto “Sensori Full-Frame vs APS-C – Quale preferire? (parte seconda)”