Sony A7R IV: tutto ciò che serve sapere

Ecco la SONY a7R IV

SONY ALPHA 7R-IV

Sony A7R IV
Courtesy DPreview

La SONY a7R IV è la quarta declinazione della fortunata serie di mirrorless full-frame ad altissima risoluzione del colosso nipponico. Costruita attorno al sensore CMOS BSI da 61MP, il primo di nuova concezione per la serie R dal 2015.

Il nuovo chip possiede 567 punti di messa a fuoco che coprono la quasi totalità della superficie utile del sensore. L’altissima risoluzione del sensore consente di passare al formato APS-C continuando ad ottenere un file da 26MP, in questo caso la copertura AF arriva al 100% dell’inquadratura.

Il processore d’immagine è il BIONZ X che già equipaggia la a7R-III per quanto Sony sottolinea che lo stesso è stato progettato con già il nuovo sensore da 61MP in cantiere, quindi perfettamente idoneo allo stesso.

Autofocus

sony a7r iv autofocus
Courtesy DPreview

Oltre ad aver aggiunto punti AF in quantità impressionano i miglioramenti del sistema di Tracking ora in grado di seguire volti, occhi o qualunque oggetto anche durante una sequenza di scatti a raffica da 10fps o una ripresa video. Il sistema riconosce non solo persone ma anche gli amici a quattro zampe!

Ergonomia

Sony a7r iv ergonomia
Courtesy DPreview

Anche il mirino della nuova A7R-IV è ai massimi livelli, ritroviamo l’ottimo sistema in uso sulle Panasonic S1\S1R da 5.76MP per una visione estremamente nitida e naturale potendo anche selezionare la massima risoluzione o la maggiore rapidità di refresh a seconda delle esigenze. Notevolmente migliorata l’ergonomia dell’impugnatura, più sostanziosa che in passato, assieme ad una gestione dei vari pulsanti e joystick posteriori a ‘prova d’errore’ per azionamenti accidentali.

Gli slot per le schede di memoria sono sempre due ma adesso supportano entrambe lo standard UHS-II. Non manca una presa USB-C per i collegamenti al PC o la ricarica. Nuova per la serie Alpha la disponibilità di un ingresso audio digitale tramite contatti sulla slitta multi funzione da utilizzare comunque con microfono separato ed adattatore Sony XLR.

sony a7r iv prova
Courtesy DPreview

Maggiore attenzione poteva essere posta al miglioramento del software di sistema, la struttura dei menù resta sostanzialmente invariata con interfaccia UI non sempre immediata ed intuitiva. La gestione dei file RAW resta la stessa con formato non compresso a 14 bit con il claim di Sony per i potenziali ’15 stop di gamma dinamica’ ma su risoluzione ridotta a 8MP. Continua a mancare la possibilità di sviluppo in-camera delle immagini RAW, feature non sempre desiderata ma a volte utile e che comunque è presente su quasi tutte le fotocamere di pari gamma (…)

Courtesy from Articles: Digital Photography Review (dpreview.com)
Continua a leggere l’articolo originale: https://ift.tt/30xMuaw